Maurizio Bocca, commercialista di Milano: “Il nostro lavoro è sempre più difficile”

Maurizio Bocca, commercialista di Milano

Maurizio Bocca, noto commercialista di Milano

Maurizio Bocca, 57 anni, è un noto e affermato commercialista di Milano. Specializzato nell’assistenza fiscale per le piccole e medie imprese, è anche membro del collegio sindacale del colosso siderurgico Rodacciai spa e di Aler Milano, l’ente preposto all’edilizia residenziale pubblica.
Dottor Bocca, cos’è cambiato da quando lei ha iniziato a lavorare come commercialista, quasi quarant’anni fa, ad oggi?
Maurizio Bocca risponde: “E’ cambiato tutto, e non sempre in meglio, anzi. Il lavoro del commercialista si è fatto molto più difficile, complicato. Perché le normative fiscali cambiano in continuazione. E diventano via via più complesse, farraginose. Pertanto noi commercialisti dobbiamo non solo essere sempre aggiornati; dobbiamo anche ricordare le normative passate. Per converso l’utilizzo massivo dell’informatica ha reso tutto molto più veloce da un lato, ma anche più costoso ”.
Come mai, se sono passate?
“Perché se ci sono controlli su annualità pregresse – dobbiamo ricordarci com’era la legge di allora. E dal momento che le leggi cambiano non solo ad ogni governo, ma a volte anche più di una volta con lo stesso governo….”
Ci immaginiamo che bel casino!
“Infatti. E poi, con le nuove leggi, cambiano anche i requisiti per la dichiarazione dei redditi. Oggi richiedono una notevole conoscenza tecnica ed informatica. Quindi non basta l’aggiornamento culturale; serve anche quello tecnologico!”
Un lavoraccio, quello del commercialista!
“Sì, se lo vuoi fare bene, seriamente, senza errori. Errori che, lo sappiamo, è facilissimo commettere. E naturalmente sto parlando di errori in buona fede.  Siamo diventati, in un certo senso, un’emanazione dell’Agenzia delle entrate. Ci addossano ogni tipo di adempimenti fiscali e tributari…”
Ci sono ancora clienti che vanno dal commercialista per evadere il fisco?
“Io non ne conosco, anche se so che ci sono. Seppure meno di una volta. Il cliente esige, semmai, di pagare il meno possibile restando nell’alveo della legalità. E ha ragione: in questo il commercialista è la sua guida”.
Com’è la situazione nel resto d’Europa?
“Molto meglio che da noi. Perché il fisco è molto più semplice. Il rapporto col fisco è chiaro: io, Stato, ti facilito al massimo il compito di versare le imposte. Ma se tu, contribuente, sgarri, ti punisco severamente. Anche con il carcere.
Da noi avviene il contrario: pagare le tasse è complicatissimo, non si distingue come si dovrebbe tra grandi e piccoli evasori, tra chi non paga il giusto perché sbaglia e chi non paga per dolo.
Basta un solo esempio per dimostrare quanto sia difficile fare il proprio dovere di bravo cittadino in Italia: le sembra possibile che il libro delle istruzioni sulla compilazione della dichiarazione dei redditi per le persone fisiche sia un volume di ben 1.100 pagine?

Life Coach tag: ,

Informazioni su Mario Furlan

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione e crescita personale all'università Ludes di Lugano, e di Comunicazione efficace, leadership e management all'università Fortunato di Benevento. Ha scritto vari best-seller, tra cui "Risveglia il campione in te!" e "Tu puoi!" E' noto anche come creatore del Wilding, l'autodifesa istintiva, e dei City Angels. www.mariofurlan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *