Andrea Tamburelli, pianista emergente

Il pianista Andrea Tamburelli

Il pianista Andrea Tamburelli

Andrea Tamburelli, 26 anni, è un pianista milanese emergente che tiene concerti nel mondo. Lo considerano una delle più grandi promesse italiane nel pianoforte.

” Ho iniziato lo studio del pianoforte a 6/7 anni – racconta. – Sono stato ammesso al Conservatorio di Milano “Giuseppe Verdi” nel 2007 e mi sono diplomato col il massimo dei voti e la lode a 19 anni. Presso lo stesso Istituto ho frequentato il biennio specialistico di pianoforte. Durante quei due anni ho vinto una borsa di studio per la Montclair State University del New Jersey. In seguito ho vinto una borsa di studio per conseguire il Master in pianoforte alla Jerusalem Academy of Music and Dance. E ho vissuto per tre anni a Gerusalemme”.

Andrea Tamburelli, puntare tutto sul pianoforte è una scelta rischiosa. Quando hai deciso di farlo?

“Al Liceo scientifico oltre alla musica amavo molto la matematica e la fisica. Pensavo di frequentare Ingegneria; ma dopo la Maturità mi sono reso conto che il mio amore più grande era per il pianoforte. Così all’ultimo mi sono iscritto al Conservatorio, abbandonando la carriera da ingegnere. E il destino ha voluto che proprio in quell’anno accademico io abbia vinto un borsa di studio per gli Stati Uniti. Da quel momento la mia strada era tracciata!”

Quali sono i tuoi nuovi progetti?

Andrea Tamburelli sorride: “Suonerò a fine aprile a San Pietroburgo. Eseguirò un repertorio prevalentemente italiano: Domenico Scarlatti e Nino Rota, compositore geniale e purtroppo poco conosciuto.
A inizio maggio sarò in Spagna, a Murcia. E più avanti nel mese parteciperò alla bellissima iniziativa Milano Pianocity 2019. Ho in previsione concerti negli Emirati Arabi e in Vietnam. Ma spero presto di tornare in Israele, dove rimarrà sempre una parte del mio cuore!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *