Alessandro Gatti: il camino ecologico è la nuova frontiera del design sostenibile

Alessandro Gatti, General Manager di maisonFire, con l’iconico biocamino Graffiti.

Alessandro Gatti, General Manager di maisonFire, con l’iconico biocamino Graffiti.

Alessandro Gatti è l’imprenditore che ha creato in Italia una nuova nicchia di mercato nel settore del mobile, quella dei camini senza canna fumaria, con il brand maisonFire.

E’ inoltre Vice Presidente del Gruppo Immobiliare Gabetti, investe in startup da sempre e nel residenziale turistico, tra USA ed Europa, ma anche in Puglia, dove ha acquistato Tenuta Contrada Albrizio a Ostuni e produce un apprezzato olio extravergine di oliva.

“Nel 2009 ho notato il potenziale dei camini a bioetanolo, che stavano prendendo piede all’estero. Ho pensato che potessero rispondere ai nuovi stili di vita degli italiani, orientati a vivere nelle grandi città, in appartamenti piccoli e sempre di corsa; inevitabilmente per il camino tradizionale non c’era più spazio”. Anche la crescente attenzione per le tematiche ambientali ha avuto il suo peso. La legna/pellet rappresenta la seconda fonte di riscaldamento per gli italiani (21%), preceduta solo dal metano (51%), ma genera il 90% del PM10 generato per riscaldare le abitazioni, a causa di prodotti di vecchia generazione. Scaldarsi senza inquinare il pianeta diventa quindi imprescindibile. “maisonFire vuole essere la risposta concreta per coniugare le nuove necessità abitative con una crescente sensibilità ambientale, senza rinunciare al legame ancestrale tra uomo e focolare. Il camino da sempre è sinonimo di famiglia, accoglienza, serenità”.

L’intuizione si è rivelata vincente; la produzione dal design made in Italy e l’attenzione per la funzionalità dei prodotti, hanno permesso di rispondere appieno alla crescente domanda del pubblico, fino a quel momento inascoltata. Dopo i biocamini, il brand ha introdotto i camini elettrici ad acqua, con la loro esclusiva tecnologia a ultrasuoni che riproduce in modo sorprendente l’effetto fiamma e fumo del fuoco naturale. Entrambe le soluzioni permettono di riscaldare ambienti di 25 – 30mq senza emissioni nocive, rappresentano quindi un’alternativa green al riscaldamento tradizionale.

“Migliaia di persone possono godere della bellezza del focolare, anche in condominio, proprio perché le soluzioni senza canna fumaria non comportano limitazioni tecniche e d’uso e sono completamente ecologiche”.

Le ville esclusive sui laghi, gli attici delle maggiori metropoli, le case vacanze di Courmayeur o Forte dei Marmi, gli studi di architettura più prestigiosi, gli hotel e i brand dell’arredo più esclusivi si affidano alle soluzioni di maisonFire per rendere unici i propri ambienti. I caminetti senza canna fumaria da Carate vengono esportati in oltre 10 nazioni, tra Europa, Africa e Medio Oriente.

Vogliamo crescere nell’export: il design italiano è ricercato nel mondo e i nostri focolari si prestano a qualsiasi tipo di mercato, essendo primariamente decorativi e, solo se si desidera, riscaldanti. Il 2020 è stato intenso; nonostante lo stop forzato di due mesi e mezzo durante il primo lockdown, il secondo semestre è ripartito forte e ha permesso di chiudere l’anno con vendite quasi invariate. Nel primo semestre 2021, invece, la crescita di fatturato, rispetto al 2019 pre-pandemia, mostra uno strepitoso +65%, grazie a una maggior attenzione per il comfort domestico e la sostenibilità, elementi per i quali i nostri camini rappresentano una risposta concreta e smart”.

Life Coach tag: ,

Informazioni su Mario Furlan

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione e crescita personale all'università Ludes di Lugano, e di Comunicazione efficace, leadership e management all'università Fortunato di Benevento. Ha scritto vari best-seller, tra cui "Risveglia il campione in te!" e "Tu puoi!" E' noto anche come creatore del Wilding, l'autodifesa istintiva, e dei City Angels. www.mariofurlan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *