Mario Furlan, life coach – Cosa cerchi, scuse, o risultati?

Mario Furlan, life coach

Mario Furlan, life coach e formatore nel campo dell’autostima e della motivazione

Sai perché molti preferiscono trovare scuse piuttosto che impegnarsi a raggiungere i loro risultati?
Il motivo è semplice.
Ottenere risultati è difficile. E i risultati sono temporanei. Una volta conseguito uno, non ti puoi fermare. Ce n’è sempre un altro da conquistare. Se, ad esempio, fai sport, devi farlo costantemente per non perdere i benefici. Se vuoi crescere professionalmente, non puoi dormire sugli allori. Non ti puoi fermare.
Invece trovare scuse è facile. E le scuse vanno bene sempre. Sono permanenti. Una sola scusa può essere un alibi efficace per l’intera vita.
Ma a forza di cercare scuse, perdi l’autostima. Perché la vocina dentro di te ti dice che ti stai ingannando. E che stai sprecando la vita. Indebolisci la tua forza interiore. E il tuo carattere. E nel tempo provi insoddisfazione, delusione, rammarico.
Invece se cerchi risultati ti rafforzi dentro. Forgi il tuo carattere. Impari a lottare. E rafforzi la tua autostima. Perché sai di essere una persona di valore.
E tu, cosa cerchi? Scuse, o risultati?

Ogni giorno su Facebook  i consigli del life coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach – Sii tu il tuo eroe!

Mario Furlan, life coach

Mario Furlan, life coach

L’eroe: una persona che ammiriamo, cui vorremmo somigliare. Può essere un personaggio vero, famoso oppure no, come ad esempio nostro padre; o immaginario, che abbiamo visto in film o fumetti. Non importa. L’importante è avere qualcuno che ci ispiri. Che ci spinga a fare sempre meglio. A dare il massimo di noi.
L’eroe ha i suoi difetti. Come tutti. Ma ha qualcosa, in qualche campo, che ci motiva a crescere. Pertanto ti invito a scegliere il tuo eroe. O i tuoi eroi. Magari in vari ambiti: puoi avere Tizio che è il tuo eroe professionale, Caio che è l’eroe familiare, e così via. E cerca di diventare tu un eroe. Per gli altri. Ma soprattutto per te stesso. Forse non ci riuscirai mai. Ma lo sforzo per arrivare a quel traguardo ti avrà reso migliore.

Ogni giorno su Facebook  i consigli del life coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach – Tre consigli per essere felici

Tu puoi!, best-seller del life coach Mario Furlan

Tu puoi!, best-seller del life coach Mario Furlan

Vuoi essere felice? Comincia a non far dipendere la tua felicità dagli altri. Perché ciò che loro pensano di te non è importante quanto ciò che tu pensi di te stesso. Più salirai, più troverai gente pronta a criticarti, invidiarti, odiarti. Su Facebook e nella vita. Infischiatene, se vuoi stare bene.
Ed infischiatene anche della vita degli altri, a meno che non si tratti di aiutarli. Non rosicare se loro hanno l’auto nuova e tu no, se a loro va tutto bene e a te no.
Assumiti la responsabilità della tua vita. Gli altri ti influenzano, certo. Ma fino a che punto dipende da te.

Ogni giorno su Facebook  i consigli del life coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach – Comincia a rifarti il letto!

Mario Furlan, life coach, durante un corso di motivazione

Nella mia attività di life coach, mi capita spesso di incontrare persone che dicono di voler ribaltare la loro vita. E mi chiedono da che parte iniziare. Al che le invito a rifarsi il letto ogni mattina.
Sbarrano gli occhi, come se fossi matto.
E allora spiego che bisogna iniziare dal piccolo. Con l’effetto domino. Una piccola azione virtuosa ne innesca un’altra.  Se, ad esempio, rifai il letto, o vai a correre, dopo esserti alzato, cominci a dare una direzione alla tua giornata. Accresci la tua autostima. E poi sarà più facile intraprendere altre azioni, più impegnative. Perché avrai iniziato con piede giusto!

Ogni giorno su Facebook  i consigli del life coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach – Per avere successo devi prima fallire!

“Risveglia il campione in te! 2.0”, best-seller di motivazione, comunicazione efficace e leadership di Mario Furlan

Per avere successo, devi prima fallire.
Vale nello sport e vale nella vita.
Chi solleva pesi sa che i muscoli crescono solo quando arriva al punto da non riuscire a fare più nemmeno mezza ripetizione.
Chi corre sa che può superare il suo record solo quando si spinge al punto in cui le gambe non vanno più.
Chi nuota sa che può vincere la gara solo quando si impegna fino a quando, esausto, si lascia andare e galleggia come un corpo morto.
Anche nella vita devi spingerti al massimo, fino a quando non ce la fai più. Se arrivi dove gli altri non se la sentono di arrivare, otterrai quello che gli altri possono solo sognare.

Ogni giorno su Facebook  i consigli del coach Mario Furlan!

 

Mario Furlan, life coach – E’ più facile restare che diventare!

Vai in palestra e ti ammazzi di esercizi. Per giorni, settimane, a volte mesi non noti particolari miglioramenti nel tuo corpo. Poi, improvvisamente, eccoli! E da quel punto in poi basta poco per conservare, e magari migliorare, quanto hai conquistato con tanto sudore. E’ più facile restare che diventare. E’ più facile restare in forma che diventarlo. E vale per ogni ambito. Per questo è così importante iniziare, e poi tenere duro. Anche se non vedi subito i risultati. Ci si arrende butta via la fatica fatta fino a quel momento; chi persiste, invece, verrà ripagato – e da quel momento in poi la strada sarà in discesa!

Ogni giorno su Facebook  i consigli del life coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach, durante un suo corso di motivazione

Mario Furlan, life coach – Non rewind, ma reset!

Non possiamo fare rewind. Ma possiamo fare reset. Non possiamo tornare indietro. Ma possiamo ripartire da capo.
Molti si disperano per gli errori e le tragedie passate. E’ umanamente comprensibile, ma è del tutto inutile: piangere sul latte versato serve solo a prolungare il dolore. Meglio schiacciare il pulsante Reset: ripartire, cioè, da zero. Tornare sulla linea di partenza. Lo possiamo fare ogni mattina, quando ci svegliamo. Sta a noi imparare dal passato, ma liberi dalle sue catene, per correre, liberi e leggeri, verso il traguardo!

Ogni giorno su Facebook  i consigli del coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach, durante un corso di motivazione

Mario Furlan, life coach – Perché i pessimisti sono più degli ottimisti

I pessimisti sono molto più degli ottimisti. Perché essere pessimisti è facile: l’istinto di sopravvivenza ci porta a cogliere subito i pericoli. E la lingua batte dove il dente duole; mai, guarda caso, dove il dente è sano.
Ma le persone ottimiste ottengono più delle pessimiste e vivono meglio. Come diventare ottimisti? Un buon primo passo è questo: pensa, prima di addormentarti e appena sveglio, a tre cose positive della tua vita. Comincia a percorrere questa strada e l’intera giornata ti sembrerà più bella!

Ogni giorno su Facebook  i consigli del life coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach, ha scritto il best-seller "Risveglia il campione in te!"

Mario Furlan, life coach, ha scritto il best-seller “Risveglia il campione in te!”

Mario Furlan, life coach – Accetta e sii libero!

Abbiamo la brutta abitudine di non accettare le nostre emozioni negative, ma di soccombervi. Abbiamo un appuntamento dal dentista; proviamo paura, e non la accettiamo; eppure la paura ci porta a cancellare l’appuntamento con una banale scusa.
I sentimenti negativi – la paura, la rabbia, l’odio – fanno parte della vita, e come tali vanno accettati. Resistervi è inutile. Anzi: ciò a cui si resiste, persiste. Nel momento in cui li accetti, ti senti più sereno: il braccio di ferro interiore finisce. Il secondo passo consiste nel fare proprio ciò che il sentimento negativo ci spinge ad evitare. Così prendiamo due piccioni con una fava: ci accettiamo così come siamo, e impariamo ad esercitare il nostro libero arbitrio e a rafforzare disciplina e forza di volontà.

Ogni giorno su Facebook i consigli del life coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach

Mario Furlan, life coach

Mario Furlan, life coach – Prima dai, poi hai!

Mario Furlan, life coach, durante un corso di motivazione

Mario Furlan, life coach, durante un corso di motivazione

Come coach l’ho sperimentato mille volte: se vogliamo qualcosa, dobbiamo prima dare quella cosa.
Vuoi amore? Non aspettarlo dagli altri: dallo per primo.
Vuoi coraggio? Incoraggia qualcuno.
Vuoi ottimismo? Trasmetti ottimismo a qualcuno.
Vuoi speranza? Accendi la fiammella della speranza in qualcuno.
Quando doniamo qualcosa agli altri, la accresciamo in noi stessi. E ogni volta che insegno qualcosa, ad esempio ai miei studenti all’università, mi accorgo che serve anche a me perché la sto imparando meglio!

Ogni giorno su Facebook i consigli del coach Mario Furlan!