Forum delle Eccellenze di Performance Strategies, al via a Milano l’edizione 2016

Il Forum delle Eccellenze a Milano

Il Forum delle Eccellenze a Milano

Un evento formativo per manager ed imprenditori organizzato a Milano da Performance Strategies, la più vivace realtà italiana che organizza da anni grandi appuntamenti di formazione con ospiti internazionali. Solo nel 2016 Performance Strategies con i suoi corsi ha formato più di quattromila persone.
Al centro congressi Ata Hotel di Pero, il 19 ed il 20 novembre, si accendono le luci per una carrellata di interventi prestigiosi. Sul palco, davanti a quasi mille persone, si succederanno:
MARTIN SELIGMAN Riconosciuto come il padre della psicologia positiva. Seligman è uno tra gli psicologi più eminenti del XX secolo;
DAVID ALLEN Autore del metodo GTD®, è il più grande esperto al mondo di produttività ed efficacia personale;
JULIUS VAN DE LAAR Consulente per la digital strategy di entrambe le campagne elettorali di Barack Obama;
ALF REHN Considerato tra i primi 15 pensatori più influenti al mondo secondo la classifica Thinker50;
FEDERICO BUFFA Giornalista e autore, rappresenta la massima espressione dello Storytelling in Italia;
MASSIMO GRAMELLINI Vicedirettore del quotidiano La Stampa è uno degli autori più amati in Italia.
Il fondatore di Performance Strategies, Marcello Mancini, spiega l’unicità dell’appuntamento e l’attualità degli argomenti che affronteranno i vari relatori: “Si sta giocando la più grande partita di sempre: regole e convenzioni consolidate vengono sostituite da inediti modelli che diventano a loro volta rapidamente obsoleti. Nuove modalità di comunicazione, inusuali modelli di business e stili di vita fuori dagli schemi diventano ordinari. Cavalcare l’onda o farsi travolgere. Per crescere e svilupparsi, organizzazioni e individui devono pensare diversamente, agire diversamente, conoscere a fondo la mente umana e i suoi meccanismi. E imparare in fretta. Sul palco del Forum delle Eccellenze 2016 i protagonisti che hanno lasciato il segno nella scena mondiale del business attraverso nuove metodologie di pensiero, nuovi sistemi di gestione, nuovi approcci alla psicologia umana. Per chi agisce oggi con la visione del domani, per chi tiene fisso lo sguardo all’eccellenza, per gli infaticabili esploratori di innovazione, per chi cerca ispirazione per essere fonte d’ispirazione. Il Forum delle Eccellenze è l’appuntamento imperdibile con i massimi esperti mondiali del cambiamento.

Devis Paganelli, da Rimini all’Europa

Devis Paganelli

Devis Paganelli

Partito come editore di un piccolo giornale di città, diventato a sei mesi dal debutto un magazine nazionale, Devis Paganelli, ha festeggiato l’edizione internazionale in Svizzera, Italia e Bulgaria dopo tre anni dal primo numero. Ha creato Slide, il magazine che dal nulla è diventato il mediapartner ufficiale hospitality al Festival di Sanremo, David di Donatello e Giffoni Film Festival. Oggi è attuale Ceo della Are Communication International con sede in Bulgaria, patron di Miss Principessa d’Europa il concorso internazionale di bellezza e talento più trasparente e radicato a livello nazionale e ideatore e produttore esecutivo di Sanremo Newtalent il contest canoro più seguito dai nuovi talenti emergenti.
Il segreto del suo successo? Saper motivare il proprio Team.

Devis, da 0 a 100 in poco tempo. Come si fa?
L’ho scoperto a 34 anni. Quando ho deciso di chiudere le aziende che mi vedevano lavorare da solo, con tutto sulle mie spalle, per avviare iniziative che potevano funzionare solo con un lavoro di squadra.

Nel dettaglio cos’hai fatto?
Inizialmente ho avviato, un giornale  locale, testandone le potenzialità nel territorio di Rimini grazie alla collaborazione di quello che poi è diventato il mio assistente personale. Appurandone le grandi potenzialità, ho organizzato la gestione affinché altri imprenditori potessero usufruire della stessa tecnica e dello stesso metodo, senza dover investire ingenti somme, ma soltanto contribuendo al sostegno delle spese fisse generali.

Parliamo di Slide, giusto?
Si, si chiama Slide Rimini. Dopo due mesi ha cambiato nome in Slide Romagna. Dopo quattro mesi è diventato Slide Italia, con 11 collaboratori in diverse regioni. Dopo tre anni è diventato Slide Magazine diffuso in Italia, Svizzera e Bulgaria.

In cosa consiste la motivazione?
Se non avessi deciso di appoggiarmi a professionisti della motivazione, sono certo che il successo non sarebbe arrivato. Ad ogni evento periodico, ho coinvolto motivatori che insieme alla mia leadership, hanno “seminato” lo spirito e l’entusiasmo giusto, propositivo, nelle persone che si sono avvicinate a me.

Motivazione = Successo? Sia chiaro, SLIDE era un progetto già vincente sulla carta. Ma senza le persone giuste non sarebbe diventato ciò che è oggi. Il bravo leader, credo sia quello che sa innanzi tutto coinvolgere le persone giuste, oltre che ad avere chiaro che la motivazione e il coinvolgimento è fondamentale per raggiungere il traguardo. La giusta dose di fortuna ovvio, ci vuole sempre. Non da meno il tempo dedicato agli altri che è da considerare come uno degli ingredienti per il successo personale e anche comune.

Dal giornale ai concorsi di bellezza, al Festival di Sanremo come mediapartner.
Al Festival di Sanremo siamo  mediapartner hospitality, a Casa Sanremo, grazie ad accordi con il presidente di Gruppo Eventi, Vincenzo Russolillo, ormai un grande amico. Con Miss Principessa d’Europa, abbiamo dato il via a nuove iniziative, che slegano il canonico format del beauty contest, per “innovare” con vere e proprie prove di talento.

Non solo belle ma anche brave?
Si. Stiamo valutando con Miss Principessa d’Europa, una trasmissione televisiva, con reality prima della finale, dove le ragazze si cimentano in svariate prove. Per trovare la bellissima e bravissima da mandare alla finale mondiale di Miss Europe World a rappresentare l’Italia. C’è interesse da parte di una rete ammiraglia, incrociamo le dita.

Non solo bellezza ma anche musica e canzoni con Sanremo Newtalent. Questo com’è nato?
Sono stato ospite in giuria in molti contest. Purtroppo, sempre è accaduto che mi venisse richiesto il voto di questo o quel cantante. Le raccomandazioni inutili che oltre tutto ledono il diritto di ogni partecipante. Ho deciso quindi di avviare un contest dove nessuno potesse “decidere” il voto per conto della giuria.

Il successo delle tue iniziative da dove arriva?
Non sono ricchissimo perché sono onesto. In questo settore se ti svendi o lasci che personaggi discutibili si infilino nelle tue iniziative solo per convenienza economica, alla fine il successo finisce anche se apparentemente ti sembra di arricchirti.
Io ho fatto dei miei eventi, degli eventi speciali, trasparenti, credibili e di successo, grazie al rispetto etico dei principi fondamentali che “regolano” questo settore, il tutto grazie al grande team di persone serie e professioniste che sono nel Team Slide insieme a me.

Domenico Panetta e i suoi “Angeli della Finanza” che difendono da banche e finanziarie

Domenico Panetta, fondatore degli Angeli della Finanza

Domenico Panetta, fondatore degli Angeli della Finanza

Esistono volontari che aiutano imprese e famiglie in difficoltà sono gli Angeli della Finanza, fondati da Domenico Panetta.

Come sono nati gli Angeli della Finanza?
E’ stata una mia idea,  anni fa, avevo intuito che le mie competenze finanziarie ed economiche potevano essere utili anche a chi era in difficoltà, non solo a chi voleva apprendere nuove tecniche per raggiungere la libertà finanziaria. Cosi ho pensato ad una figura che risolvesse i problemi gratuitamente sia per imprese che per i cittadini e chi se non un Angelo, un Angelo della Finanza.

Quante sedi sono in Italia?
Dieci, con Milano e Reggio Emilia in dirittura d’arrivo. Siamo presenti a Città di Castello (sede nazionale), Roma, San Giorgio a Liri, Cassino, Latina, Bologna, Rosà, Sinalunga.

In cosa consiste la vostra opera di volontariato?
Siamo un gruppo di professionisti (avvocati, commercialisti, consulenti aziendali, psicologi, formatori) che dedicano tre ore a settimana a persone che hanno difficoltà con banche, finanziarie ed Equitalia. Dove è possibile aiutiamo a cancellare il debito. Inoltre offriamo pre-analisi gratuite e assistenza psicologica, Tutti senza spendere un centesimo. Bello, vero? Il nostro motto è “ se ci credi, si può fare”.
Per informazioni, per diventare volontario o aprire una sezione: www.angelidellafinanza.org

Gli Angeli della Finanza sono volontari in aiuto ad imprese e famiglie in difficoltà a causa della crisi economica, combattiamo il fenomeno dei suicidi per crisi. Dal 2013 ad oggi hanno aiutato 1000 famiglie ed evitato sette casi di suicidi per crisi. Ogni anno gli Angeli della Finanza incontrano circa 15.000 persone grazie ai loro eventi gratuiti per imprese e famiglie.  Hanno ricevuto nel 2016 il “Premio il Campione”, rilasciato al fondatore Domenico Panetta.

Giuseppe Mastrodicasa e la fisionanalisi: “Così dono libertà di movimento”

La fisioanalisi è l’ analisi del corpo che serve, attraverso opportuni trattamenti, ad ottenere il rilascio dei muscoli antigravitazionali, e quindi la riduzione degli attriti che provocano dolore, limitano il movimento e usurano gli organi. Detto così, sembra complicato. In realtà è molto più semplice, come ci spiega l’ideatore di questa terapia, il Dottor Giuseppe Mastrodicasa. Sessantenne, è il miglior testimone della sua disciplina: è eretto come un ventenne, si muove con estrema scioltezza, dimostra molti meno anni della sua età. “La fisioanalisi è un cammino di libertà – spiega. – Aiuta a vincere la lotta con la forza di gravità, che ci procura molti problemi: dallo schiacciamento delle vertebre agli attriti articolari, fino al senso di stanchezza e a patologie agli organi interni. La fisioanalisi ti rende più dritto, più elastico, più sciolto: ti fa vivere più libero la tua condizione umana, e ti aiuta a sentirti giovane e dinamico come quando eri ragazzo.”
C’è chi si rivolge al Dott. Mastrodicasa per un banale mal di schiena, ma lui puntualizza: “La fisionalisi non è un metodo per curare le lombosciatalgie, l’ernia del disco e tutta la patologia della colonna vertebrale  riferibile a deficit di postura, anche se queste patologie guariscono in maniera definitiva, e già questo è un risultato notevole.”
Altro che notevole, Dottore…

Il Dott. Giuseppe Mastrodicasa, fondatore della fisioanalisi

Il Dott. Giuseppe Mastrodicasa, fondatore della fisioanalisi

“La fisioanalisi si è fatta questa fama perché è stata applicata nel mondo sportivo professionistico per oltre 20 anni: è servita a sportivi di livello mondiale, tra cui i migliori professionisti di calcio, ciclismo, tennis, golf.. Inoltre l’ho praticata per 16 anni presso l’Asl di Civitavecchia, la mia città. Ma non è questo l’obiettivo della fisioanalisi.” E qual è? “E’ vivere meglio, aiutando a muoversi meglio nella stazione eretta bipede. Riducendo gli attriti e lo schiacciamento vertebrale, si può arrivare a guadagnare qualche centimetro di altezza. Ma quel che importa di più è che riducendo gli attriti, la macchina del nostro corpo dura più a lungo. La nostra vita si allunga. E l’efficienza fisica migliora.”
E’ fantastico…
“Infatti. Possiamo affermare con decisione che la fisioanalisi è la più grande scoperta scientifica, non solo medica, di tutti i tempi.”

Fabrizio Labanti di BenessereCapelli, il primo sarto dei capelli

Fabrizio Labanti, Presidente di Benesserecapelli

Fabrizio Labanti, Presidente e fondatore di Benesserecapelli

Fabrizio Labanti è il fondatore e guru di Benesserecapelli, la prima “sartoria su misura per i capelli”: un atelier grazie al quale tutti i clienti o le clienti che necessitano di infoltimenti, volumi e allungamenti possono trovare quello che desiderano grazie alle innovative estensioni cutanee e capillari ideate e realizzate dagli hair design del network.   “Benesserecapelli è nata nel 2007 per passione – dice.  Sin da quanto ero piccolo amavo i miei capelli e avevo paura di perderli. Quindi per passione sono entrato nel settore e ho cercato di innovare un mercato stantio e statico inserendo diverse novità.

Le estensioni di Benesserecapelli infatti si discostano totalmente dalle classiche estensioni, dalle classiche protesi e dai classici trapianti. Il materiale che compone le nostre estensioni, il poliuretano, è un prodotto medicale, anallergico e traspirante ed i capelli che utilizziamo sono solo europei naturali non trattati. Per noi il vero must è la salute e la bellezza, senza mai dimenticare la naturalezza dei risultati”.

Oggi Labanti è a capo di un impero dei capelli che ha circa 200 saloni di parrucchieri affiliati in tutta Italia, da Milano a Catania. “Noi insegniamo loro come e quando intervenire attraverso i corsi di hair design che teniamo mensilmente nella nostra Accademia di formazione Milanese” spiega. E aggiunge: “Ciò che offriamo ai saloni che aderiscono al nostro network è una serie di innovazioni e nuove norme d’arte e di business nel settore dell’hairstylist, mentre ai clienti con problemi di capelli o che semplicemente desiderano innovare il proprio look, offriamo una consulenza di immagine per realizzare un capo di abbigliamento specifico, su misura in grado di rispondere a tutti i loro desideri…a 360°. Su una rivista molto nota siamo stati definiti La prima sartoria senza ago e filo. Come i vestiti ti cambiano l’immagine, così anche noi, con le nostre estensioni di capelli, siamo in grado di ricostruire completamente l’immagine delle persone. Comprese quelle che hanno perso i capelli per trattamenti chemioterapici.”

In Italia l’80% degli uomini e il 50% delle donne si ritrova, nel corso della vita, ad avere problemi di capelli. Un mercato immenso, quindi. Le donne, pur essendo meno colpite, sono la metà dei clienti di Benesserecapelli. “Perché non si fanno tanti problemi come gli uomini – spiega Labanti. – Un ragazzo diradato si chiede: ma cosa penseranno gli amici, i parenti, la moglie se ritorno con i capelli? e il timore del giudizio altrui lo blocca. Le donne invece sono più sicure di sé: vogliono tornare a piacersi e a piacere, e sanno già che gli altri valuteranno positivamente il loro nuovo look… Anche nei casi più estremi come alopecie areate, alopecie universali,  alopecie da trattamenti chemioterapia e ustioni, la grande naturalezza delle nostre estensioni e la qualità indiscussa dei nostri capelli, garantisce a tutti i nostri clienti di tornare a come erano prima di perdere i capelli”.  Fabrizio, tu gestisci l’immagine di molti personaggi famosi. Puoi fare qualche nome? “Rischierei di dimenticarne qualcuno, visto che sono davvero tanti. Meglio se vai sulla nostra pagina Facebook , dove ogni giorno trovi le loro foto e i loro video!”

 

Mario Furlan, life coach – E’ quando soffri di più che cresci di più!

Mario Furlan, life coach e docente universitario di Comunicazione efficace

Mario Furlan, life coach e docente universitario di Comunicazione efficace, management e leadership

Se vai in palestra a sollevare pesi e fai 10 ripetizioni, qual è la ripetizione che ti fa crescere di più il muscolo? L’undicesima, quella che ti fa soffrire di più! Se vuoi crescere interiormente, quali sono i giorni che ti fanno crescere di più? La risposta non ti piacerà, ma è… i giorni peggiori, quelli che ti fanno soffrire di più!
Pensaci: quando tutto va bene non ti metti in discussione. Non esci dalla zona di agio. Perché stai bene dove sei, e non senti l’esigenza di cambiare. Mentre è proprio quando stai male che sei stimolato a crescere. A farti coraggio, e a trovare il coraggio che non pensavi di avere. E ad affrontare nuove sfide.

Ogni giorno su Facebook i consigli del coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach – Chi s’accontenta… non gode!

Mario Furlan, life coach

Mario Furlan, docente universitario di Motivazione e crescita personale

Chi s’accontenta, gode? Mica vero! Stai facendo l’amore, chiedi al partner se sta godendo e la risposta è “M’accontento”. Come ci rimani?
Certo, non bisogna pretendere l’impossibile. Ma non bisogna nemmeno accontentarsi: troppo spesso è un alibi per non andare oltre il minimo sindacale. E dal momento che ciascuno di noi si sente realizzato solo con la consapevolezza di avere ottenuto tutto il possibile, accontentarsi del minimo è una ricetta sicura per la frustrazione.
Quindi… non accontentarti, e punta al massimo! Forse non lo raggiungerai. Ma se punti molto in alto, è probabile che arriverai abbastanza in alto. Mentre se punti in basso, arriverai rasoterra!

Ogni giorno su Facebook i consigli del coach Mario Furlan!