Mario Furlan, life coach – Che traccia lasci?

Ciascuno di noi, poco o tanto, lascia una traccia nel mondo. Pochi lasciano una grande traccia; quasi tutti la lasciamo piccola. Ma l’importante non è la dimensione della traccia che lasci. E’ la sua qualità. Tutti saremo ricordati: in bene, o in male. Per i problemi che abbiamo risolto. O per quelli che abbiamo creato. Per la gente che abbiamo aiutato. O per quella che abbiamo danneggiato. Che impatto hai avuto sulle persone che hanno incrociato la tua strada? Come ti ricordano? Se ogni giorno pensi a come fare del bene alle persone che incontri, lascerai un’impronta positiva. Farai del bene a loro. Ma innanzitutto a te stesso. Ti sentirai felice, e in più sarai fatto amici. E chi trova un amico…

Ogni giorno su Facebook i consigli del coach Mario Furlan!

Mario Furlan, life coach, a un corso di motivazione e leadership

Mario Furlan, life coach, a un corso di motivazione e leadership

Mario Furlan, life coach – Segui il tuo cuore!

Mario Furlan, life coach, durante un corso di motivazione

Mario Furlan, docente universitario di Motivazione, durante un corso

Siamo felici se seguiamo il nostro cuore. Non è una frase retorica: è la verità.
Non significa necessariamente realizzare imprese memorabili per il mondo. Non vuol dire per forza di cose creare una grande impresa, o vincere il festival di Sanremo, o diventare presidente di chissà cosa. Può voler dire, invece, essere il miglior genitore o partner possibile. Svolgere un lavoro che ti appassiona; e se non ti appassiona più di tanto, trovare qualcosa, in quel lavoro, che ti piaccia. E significa, soprattutto, guardarti allo specchio ed essere orgoglioso di chi vedi. Perché stai lasciando una traccia positiva. Magari non in tutto il mondo, ma nel tuo mondo. E questo è ciò che conta.

Ogni giorno su Facebook i consigli del coach Mario Furlan!

 

Mario Furlan, life coach – Sbaglia chi non lascia sbagliare!

Mario Furlan, life coach

Mario Furlan, life coach

Uno degli errori più grandi, che impediscono la maturazione e la crescita delle persone, è impedire loro di sbagliare. Tutti sbagliamo. Perché siamo umani. Ed è solo attraverso gli errori, e la loro comprensione, che diventiamo persone migliori. Eppure ci sono individui che in perfetta buona fede, e a volte pure per amore – i genitori, gli insegnanti, i superiori sul lavoro – pretendono di impedirci di sbagliare. Nell’illusione di tutelarci, di proteggerci. Invece così facendo commettono uno sbaglio terribile. Ci instillano il terrore dell’errore. Ci mettono addosso il timore di rischiare. Di tentare. Di seguire la nostra strada. Condannandoci, così, a una vita di paura. Di stagnazione. E di frustrazione.

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione. E’ fondatore dei City Angels (www.cityangels.it) e creatore del Wilding, l’autodifesa istintiva. Ha fondato l’Alfacoaching, il coaching del benessere.  www.mariofurlan.com www.wildingdefense.com www.alfacoaching.org

Mario Furlan, life coach – Prima di tornare a casa

Mario Furlan, life coach

Mario Furlan, life coach

Dopo una giornata di stress e tensione sul lavoro, molti di noi rincasano stanchi, nervosi, irritabili. Abbiamo dato il meglio di noi in ufficio, e serbiamo il peggio per quando entriamo in casa. Perché sappiamo che tanto i nostri familiari saranno disposti a perdonare i nostri scatti d’ira, le nostre risposte maleducate, la nostra scarsa voglia di parlare e di condividere.
Per questo ti consiglio di rilassarti prima di varcare la porta di casa. Puoi ascoltare musica durante il tragitto tra lavoro e casa; puoi telefonare a persone che ti mettono di buon umore; puoi fare una passeggiata. L’importante è che lasci le negatività fuori da quella porta. Lavori per portare a casa soldi per la famiglia; perché non portare a casa anche buonumore, serenità e un sorriso?

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione. E’ fondatore dei City Angels (www.cityangels.it) e creatore del Wilding, l’autodifesa istintiva. Ha fondato l’Alfacoaching, il coaching del benessere.  www.mariofurlan.com www.wildingdefense.com www.alfacoaching.org

Mario Furlan, life coach – Il vero amore lascia liberi

Mario Furlan, life coach e motivatore

Mario Furlan, life coach e motivatore

Troppo spesso l’amore viene confuso con il possesso. Io ti amo perché sei mio; se mi lasci non ti amo più, anzi ti odio.
Invece amare l’altro significa volere il meglio per lui. Significa lasciarlo libero di scegliere. Se lui decide di andarsene, accetti la sua decisione. Restarci male è normale. Ma continui a provare sentimenti positivi per lui. E l’amore si trasforma in bene: a distanza di tempo gli vuoi bene.
Ogni genitore soffre quando vede il proprio figlio uscire di casa per vivere la sua vita. Ma per amore lo accetta: sa che è giusto così. Lo stesso vale per le relazioni: se ami lasci libero. Conservi un bel ricordo di ciò che è stato. E tieni il cuore aperto per ciò che la vita ti porterà.

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione. E’ fondatore dei City Angels (www.cityangels.it) e creatore del Wilding, l’autodifesa istintiva. Ha fondato l’Alfacoaching, il coaching del benessere.  www.mariofurlan.com www.wildingdefense.com www.alfacoaching.org 

Mario Furlan, life coach – Ascolta il tuo cuore. Nonostante gli altri.

La vita è fatta di aspettative. Ci sono quelle che gli altri hanno su di te. E quelle che tu hai su te stesso. E’ strano, ma generalmente ci impegniamo di più per quelle del primo tipo. Perché vogliamo essere all’altezza di ciò che gli altri pensano di noi. Mentre ci preoccupiamo meno di raggiungere ciò che davvero ci sta a cuore. E che ci rende felici.
Ascolta tutti. Ma decidi da solo. Ascoltando il tuo cuore.  E chiedendoti se ciò che gli altri ti chiedono di fare ti renderà davvero felice. O se rischi di farlo soltanto per accontentarli. E fare bella figura.
I miei genitori volevano che io seguissi le orme paterne e mi occupassi di contabilità. Ma ho sempre odiato la materia. E non ci ho mai capito nulla. All’inizio mi ero iscritto alla Bocconi per farli contenti. Poi ho mollato. Loro la presero male. Ma capivo che non era la mia strada. E oggi l’hanno capito anche loro.

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione. E’ fondatore dei City Angels e creatore del Wilding, l’autodifesa istintiva.

www.mariofurlan.com
www.wildingdefense.com

 

Mario Furlan, life coach – Pensa alla morte per vivere meglio

Mario Furlan, life coach

Pensare alla propria morte per vivere meglio. Con più saggezza. Con più consapevolezza. Lo so, pensare al momento in cui chiuderemo gli occhi per sempre fa toccare ferro (e non solo). Ma serve. Per valutare la nostra vita con distacco. Dall’alto. Come fosse un film.
Quando arriverà quel momento, cosa lascerai al mondo? Ai famigliari, agli amici, a chi ti ha conosciuto? Che ricordo, che eredità morale lascerai? Pensaci. Decidi cosa vuoi lasciare. E opera ogni giorno per realizzare il tuo obiettivo. Dedicando tempo e impegno per ciò che vale davvero, senza lasciarti travolgere da sciocchezze e bassezze. Per fare sì che, al momento fatidico, tu abbia la consapevolezza di avere operato bene. E di lasciare una traccia d’amore.

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione. E’ fondatore dei City Angels e creatore del Wilding, l’autodifesa istintiva.

www.mariofurlan.com
www.wildingdefense.com

Mario Furlan, life coach – Quella volta con l’Armanda

A 15 anni ero cotto di Armanda, la bella della classe. Un giorno lei, seduta nel banco davanti, si voltò e mi disse: Ti amo. Diventai di tutti i colori. Perché pensavo mi stesse prendendo in giro. Ero convinto di non essere degno di lei. E ogni volta che mi accarezzava, o mi diceva paroline dolci, mi ritraevo.
Dopo qualche mese lei si mise insieme con un mio compagno: la prova, pensai, che lui era meglio di me. E che lei mi voleva soltanto deridere. Trent’anni dopo l’ho ritrovata su Facebook. Ti ricordi, le ho scritto, i nostri 15 anni? Io ero pazzo di te… E io di te, mi ha risposto. Ma pensavo che a te non ne importasse nulla, così ho ripiegato su un altro.
Quante occasioni perse perché non crediamo nel nostro valore, e perché vediamo il mondo attraverso le lenti distorte della nostra scarsa autostima!

Mario Furlan, life coach – La felicità dipende da noi

Sarò felice quando avrò quel lavoro. Quel partner. Quella casa. Quell’auto. Quel modello di smartphone. Così ci inganniamo. E ci condanniamo all’infelicità perenne. Perché una volta raggiunto un risultato agognato, ecco che dopo poco ci sembra poca cosa. E ci mettiamo alla ricerca di un altro. E poi di un altro.
L’equazione va invertita. Avrai ciò che desideri – quel lavoro, quella persona, quell’occasione – quando sarai felice. Se tu sei felice, ti poni in modo positivo nei confronti degli altri. Sei più ottimista, più fiducioso. Ti impegni di più, e con gioia. Così facendo accresci le tue possibilità di conseguire l’obiettivo desiderato. E il percorso che ti porta a raggiungere i tuoi obiettivi non sarà una marcia faticosa, ma un viaggio a cuore aperto verso la luce.

Mario Furlan, life coach – Noi creiamo la nostra realtà

Ciascuno crea la sua realtà. E si convince che sia l’unica realtà. Invece tutto dipende da cosa vuoi vedere, tra le infinite sfumature della realtà circostante.
Da ragazzo ero violento. Facevo casino,  allo stadio e nelle manifestazioni . E credevo di essere nel giusto. Pensavo di dovermi difendere dai nemici. E di far valere, in quel modo, i miei diritti. Imparai le arti marziali. Presi a fare bodybuilding. Avevo armi in casa. Dormivo con un nunchaku sotto il cuscino. Ed ero io a creare quella mia realtà paranoica.
Poi conobbi Alessandra. Mi disse “Non è vero che il mondo sia cattivo e violento. Sei tu che lo vedi tale.”  L’amore per lei mi aprì gli occhi. E capii che il mondo intorno a noi non è altro che è una riflessione del mondo dentro di noi.