Emanuele Rissone, il re del bambù gigante

Emanuele Rissone, il re del bambù gigante

Emanuele Rissone in una foresta di bambù gigante

Emanuele Rissone, 51 anni, è due volte re.
Prima è stato il re degli integratori alimentari, creando e gestendo la catena di negozi Vitamin Store. E oggi è il re del bambù gigante e il leader degli investimenti green. Al punto che Forbes Italia l’ha inserito nella classifica dei 100 manager italiani più innovativi.

Genovese d’origine e milanese d’adozione, a 15 anni Emanuele Rissone vede al cinema il film Rocky IV. E decide di iscriversi in palestra e allenarsi duramente per costruirsi un fisico alla Stallone. Con questo scopo, quattro anni dopo inizia a produrre integratori energetici per accelerare la costruzione del suo corpo muscoloso. Li fa provare agli amici, vanno a ruba e in poco tempo Rissone apre a Milano il primo negozio d’Italia specializzato in integrazione alimentare.

E’ uno straordinario successo. Ma Emanuele Rissone non si accontenta. Quando nascono le sue due figlie cresce in lui il desiderio di dare il suo contributo ad un mondo più ecologico e sostenibile: quello dove loro vivranno da grandi. Così vende Vitamin Store e si tuffa nel settore del bambù gigante, fondando nel 2014 la Forever Bambù. Lo scopo: unire la redditività all’etica e contribuire alla salvaguardia del Pianeta.
“Il bambù gigante è una pianta straordinaria – dice. – Alta fino a 15-20 metri, assorbe grandi quantità di CO2 ed è sostenibile. Perché dopo che la tagli, rinasce. E cresce, incredibilmente, fino a 60 centimetri al giorno!”
Per crescere così velocemente, il bambù scompone l’anidride carbonica, CO2, nei sui due componenti, carbonio e ossigeno, utilizzando il carbonio presente nell’aria per crescere e migliorando al contempo la qualità dell’aria.
“Forever Bambù è l’unica azienda di questo tipo con risultati certificati!” dice, orgoglioso, Emanuele Rissone. Ma le meraviglie del bambù non sono finite: quando le piante vengono tagliate, le canne vengono tritati per trasformarli in bioplastica.
“Voglio che le mie figlie vivano in un mondo dove esistono ancora le barriere coralline, e dove i mari non siano invasi dalla plastica – dichiara. – Non è soltanto una questione ecologica, ma anche sanitaria: lo sapevi che le nanoplastiche si trovano nei muscoli dei pesci e degli animali che mangiamo? E’ stato calcolato che ogni settimana ingeriamo, in plastica, l’equivalente di una carta di credito.
Anche per questo assistiamo ad un’impennata dei tumori. E proprio per questo voglio fare tutto ciò che riesco per rendere la Terra più verde e più sana”.

Life Coach tag: ,

Informazioni su Mario Furlan

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione e crescita personale all'università Ludes di Lugano, e di Comunicazione efficace, leadership e management all'università Fortunato di Benevento. Ha scritto vari best-seller, tra cui "Risveglia il campione in te!" e "Tu puoi!" E' noto anche come creatore del Wilding, l'autodifesa istintiva, e dei City Angels. www.mariofurlan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *