Il cantautore TolKins: “La vita è come un Mojito”

Il cantautore Tolkins, alias Mattia del Conte

Il cantautore Tolkins, alias Mattia del Conte

No, il grande scrittore Tolkien non c’entra… ho letto la saga del Signore degli anelli e ho visto i film, ma il mio nome d’arte, TolKins, non viene da lui!”
Mattia Del Conte, giovane musicista e compositore milanese, sorride. Con il nick di TolKins è appena uscito il suo nuovo singolo, “Mojito”: un brano orecchiabile, ballabile, solare. “Il mojito rappresenta molte cose per me – spiega. – E’ un drink semplice, con pochi elementi; ma che devono essere equilibrati per dare vita a una bibita gradevole. Basta poco per sbagliare mix. Come amo questo drink, così amo le persone fatte come lui: semplici, con tanti elementi in perfetto equiibrio”.

Il mojito come metafora delle persone e della vita, dunque.

“Sì: mojito è godersi la vita in modo semplice, leggero e spensierato. Non come il negroni, un drink forte, aggressivo”.

Come hai iniziato a suonare?

“A Bresso, periferia nord di Milano, mio zio aveva un pub in cui suonavano rockband dal vivo. Mi appassionavo ad ascoltarle, passavo lì le mie serate. E ho voluto imparare a suonare. Ho iniziato prima con la chitarra classica, poi con la chitarra rock e blues.
Come molti della mia classe, la 1990, ho iniziato con le cover band del punk rock californiano dell’epoca: Green Day, Blink 182… Poi ho sperimentato il pop italiano, sono diventato tenore di un coro gospel, sono entrato nei collettivi funk…”

Quante esperienze diverse…

TolKins sorride: “Eh sì, sono un grande curioso, mi piace sperimentare tutto il possibile… e infine ho avvertito la necessità di esprimermi da solo, come Tolkins. Per raccontare il mio mondo nel modo più libero e spontaneo possibile”.

Progetti per il futuro?

“Nei prossimi mesi usciranno tre nuovi singoli, tutti prodotti con Livio Magnini dei Bluvertigo. Ma il mio sogno più grande è di poter fare un live tour nell’estate 2021… La mia musica è solare, mette allegria: l’ideale per i mesi estivi. Chissà se, Covid permettendo, potrò fare dei concerti nelle località balneari… “