Sii breve, sarai bravo

Sul lavoro più sei conciso, meglio è. La gente è di fretta, ha poco tempo per ascoltarti o per leggere i tuoi scritti. Se nel giro di pochi secondi, o di poche righe, non hai catturato la sua attenzione l’hai persa per sempre.
Vai subito al dunque. Inizia dicendo qualcosa che possa interessare l’interlocutore. Ed evita le espressioni inutili, interlocutorie che tolgono efficacia al tuo discorso. Pensa al “Yes, we can”, Sì, noi possiamo, di Obama: semplice, diretto, incisivo. Non avrebbe avuto lo stesso successo se avesse detto “Beh, sì, noi possiamo, in un certo qual senso…”

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Life Coach

Informazioni su Mario Furlan

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione e crescita personale all'università Ludes di Lugano, e di Comunicazione efficace, leadership e management all'università Fortunato di Benevento. Ha scritto vari best-seller, tra cui "Risveglia il campione in te!" e "Tu puoi!" E' noto anche come creatore del Wilding, l'autodifesa istintiva, e dei City Angels. www.mariofurlan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *