Mario Furlan, life coach – Rimandare non serve

La mia amica Graziella rimanda sempre il momento in cui iniziare ad andare in palestra. In autunno non può: ha il raffreddore. In inverno fa troppo freddo. In primavera soffre di allergie. D’estate fa troppo caldo. Morale: non ci andrà mai.
Chi rimanda, aspettando un cambiamento esterno a sé per produrre un cambiamento nella sua vita, è destinato ad aspettare moolto a lungo. Aspettare, rimandare, posticipare in attesa che arrivi chissà cosa: spesso denota pigrizia, oppure paura ad iniziare qualcosa di nuovo.
Certo, dobbiamo valutare bene il momento giusto in cui iniziare. Ma il momento perfetto non arriverà mai. E’ solo una scusa per non fare nulla. Ci sentiamo sufficientemente pronti, e soprattutto motivati? Forza, cominciamo!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Autostima tag: , ,

Informazioni su Mario Furlan

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione e crescita personale all'università Ludes di Lugano, e di Comunicazione efficace, leadership e management all'università Fortunato di Benevento. Ha scritto vari best-seller, tra cui "Risveglia il campione in te!" e "Tu puoi!" E' noto anche come creatore del Wilding, l'autodifesa istintiva, e dei City Angels. www.mariofurlan.com

Una risposta a “Mario Furlan, life coach – Rimandare non serve

  1. Oggi è stata una buona giornata.
    Ho avuto il coraggio di affrontare l’esame.
    Chi ha tempo, non aspetti tempo.
    Cristina

    P.S.
    Grazie Mario per tutto ciò che mi hai insegnato.
    Sono certa darà buoni frutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *