Il primo passo è il più difficile

Il primo passo è sempre il più difficile. Che si tratti di realizzare un progetto, di flirtare con uno sconosciuto o di cambiare abitudini, iniziare è faticoso. Perché non sappiamo come andrà a finire. E abbiamo paura dell’ignoto.
 Ma la certezza assoluta non esiste. Quindi conviene lanciarsi. Non da incosciente. Ma da persona che ha le idee sufficientemente chiare su dove vuole andare; e ha sufficiente coraggio per muovere il primo passo. Sarà come guidare di notte, in una strada di campagna: i fari illuminano soltanto un pezzetto di percorso, non tutto. Ma di pezzetto in pezzetto, di cento metri in cento metro arriverai a destinazione.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Filosofia di vita tag: , ,

Informazioni su Mario Furlan

Mario Furlan è docente universitario di Motivazione e crescita personale all'università Ludes di Lugano, e di Comunicazione efficace, leadership e management all'università Fortunato di Benevento. Ha scritto vari best-seller, tra cui "Risveglia il campione in te!" e "Tu puoi!" E' noto anche come creatore del Wilding, l'autodifesa istintiva, e dei City Angels. www.mariofurlan.com

2 risposte a “Il primo passo è il più difficile

  1. Vero, il primo passo è sempre il più difficile una volta che abbiamo deciso di farlo il 50% della strada è già percorsa, in questo momento ci siamo accorto che vogliamo Agire è questo nella nostra mente è fondamentale, ci manca dopo la perseveranza per continuare è raggiungere quello che vogliamo e quello lo faremo solo se dentro di noi c’e la disciplina interiore a continuare a credere e lottare per quello che vogliamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *